INNAMORARSI DELLA DONNA AMATA: L’OPERA!

IL RITORNO 200 x238DAL CIELO ALLA TERRA

PERLE, D’AMORE E DI CONOSCENZA, CHE LA PENNA DI LADY OSCAR HA VERGATO CON AMORE E DEVOZIONE.
GRAZIE ANIMA DI DIO.
CON AMORE SETUN SHENAR E I FRATELLI DELLA LUCE.
LEGGETE E MEDITATE.
G.B.

PIANETA TERRA
12 Settembre 2020

SONO SCESO SULLA TERRA PER RISVEGLIARE LA VOSTRA ETERNITÀ
Di Francesca Panfili

Sono un mosaico che si espande nel mondo e si compone della vostra vita, della vostra essenza, adornandosi con i vostri occhi che contemplano l’infinito e difendono la vita.

La mia eternità potete carpirla tra le onde del mare, nel soffio del vento in una sera d’estate, nello sforzo estatico della madre che mette al mondo la vita, nel primo raggio di sole all’alba che vi ricorda l’ascesa dello spirito al mondo che squarcia la tenebra.

Io sono. Voi siete. Voi siete in me più di quanto possiate pensare e per ricordarvelo, per mostrarvi la vostra reale natura e l’amore di cui siete capaci vi offro la vita, vi offro il soffio luminoso che vi consente di dire anche a voi di essere e dire io sono.

Vi preparo il palcoscenico del teatro della vita nel quale potete esistere, amare, soffrire, imparare, realizzare con le vostre opere quotidiane la vostra natura di esseri eterni. Lì potete contemplare me. Nella relazione e nell’incontro con il prossimo potete comprendere i valori in cui io mi rifletto, manifestando cosi voi stessi al mondo, incanalando il vostro esistere imperituro nella consapevolezza del Sublime e nel servizio alla Causa che vi ha generati.

Io sono Poimandres, io sono tutto e sono anche voi che siete in me. Voi che spesso non mi riconoscete in ogni impalpabile battito del che giunge dal cuore della Terra e che è anche vostro, voi che spesso non mi contemplate nel suono degli uccellini del mattino, voi che spesso vi perdete nei pensieri e nelle preoccupazioni, abbandonandovi ad un sopravvivere che non è esistere. Non è quello l’esistere che invece io vi mostro quando vi circondo della magnificenza della natura e di tutti gli esseri del creato che vi insegnano a superare voi stessi. Vita che ho pensato con le stesse geometrie con cui compongo il mio essere, con il mio stesso linguaggio universale che è il codice della creazione, il segreto della vita a cui vi ho dato accesso dotandovi della mia stessa creatività ed intelligenza.

Non sottovalutate quanto per bocca dei miei strumenti vi dico, non dimenticate mai chi siete. Tutto quello che state vivendo, quello per cui vi alzate al mattino, ogni vostra sofferenza, ogni causa ed ogni effetto che andate generando e sperimentando, è tutto finalizzato a rendervi consapevoli di ciò che siete: spiriti, spiriti infiniti in viaggio verso l’Uno. Esseri generati da questo atto di creazione e assoluta dazione secondo la mia concezione causale del tempo e dello spazio. Sono io l’ascoltatore silente dei vostri pensieri. Sono io la vostra patria, la vostra reale natura e dimora. Non perdete l’immenso soffio luminoso alito della vita che vi ho concesso.

Prima che voi foste io ero. Ero nel tutto, come ancora lo sono. Attraverso di me potete giungere ai segreti dell’infinito, affacciarvi alle terrazze del cosmo, percepire e respirare pienamente l’eternità che vi ho consentito e donato. La mia eternità è anche vostra. Riconoscetemi in ogni creatura che parla, riconoscetemi ed operate ogni qual volta che la vita viene messa in pericolo e non rispettata per affermare i diritti che vi ho concesso e la gioia dei valori che mi pervadono e che desidero risvegliare nei vostri cuori.

Il mio ardore lo sentite nel fuoco solare che percepite bruciare in voi. Il fuoco del desiderio di gridare e combattere contro gli assassini della vita, il fuoco che vi spinge a vivere una vita contro corrente secondo il mondo ma che vi avvolge nella mia corrente, nel mio fiume impetuoso che è il vero esistere che non ha argini ne canali ma che conduce dritto alla via dell’Increato Creatore che si riconosce e si compiace in voi, figli di un sogno meraviglioso chiamato amore, figli di un mosaico che vi vuole consapevoli, parti di me nel mondo pronte a dare la vita per la vita, raggi del mio divino amore che squarciano il buio e attaccano la bestia che attanaglia la luce, frutto anch’essa del dinamismo creativo immesso nella creazione come variabile che vi consente di evolvere e di dinamizzare i vostri spiriti dall’oblio della staticità e dell’illusione.

Dal grande sogno nel quale vi trovate, e che spesso non riuscite a relativizzare, io vi vedo piccoli, come formiche, preoccupate nel cercare il vostro pane quotidiano. Ma dalla macrocosmica mente creativa, il vostro pane quotidiano sono io, sono io lo spirito e la conoscenza, il progetto del grande Padre creatore che tramite voi si compie. E mentre vi affannate, pensate invece a quanta vita pullula nel cosmo! Pensate agli infiniti spazi, alle stelle, alla conoscenza del molteplice e alla consapevolezza acquisibile, chiave della vita e segreto per comprendere l’intero universo. Pensate a tutto questo divino e macrocosmico disegno che nel grande si manifesta come nel piccolo e viceversa, per inscenare tutto il potenziale evolutivo che voi avete e per consentirvi di realizzare la vostra reale identità, comprendendo la mia essenza che è anche la vostra, la duplice natura materiale e spirituale che è puramente illusione dalla grande mente in cui albergo. Illusione quanto mai necessaria per farvi ritornare a me.

Non identificatevi con ciò che siete costretti a fare per vivere. Identificatevi con ciò che siete. Identificatevi con le opere di Dio nel mondo e portate avanti strenuamente la battaglia per la vita che vuole emergere.

L‘alba di un nuovo tempo è alle porte. L’alba in cui si comprenderà finalmente che io sono e che voi siete nella piena coscienza dell’essere verso un nuovo capitolo della storia che ho pensato per voi.

Ammirate quanta vita intorno a voi, ammirate quanta bellezza, contemplate quanto amore vi è nella creazione di tutte le cose. Contemplatemi dalla prospettiva universale immaginando anche il mio macrocosmico scenario che si fonde nel vostro microcosmo eterno.

Tutto è vita e la vita è in tutto.

Affidatevi alla parola di chi io vi mando per destarvi dal buio dell’illusione. Affidatevi a coloro che risvegliano la vostra eternità e la fratellanza con il seno divino che vi ha generati, con la Grande Mente che pervade ogni scenario e che inonda tutto ciò che è.

Questo gioco divino in cui vi struggete, lottate, soffrite, amate, piangete, in cui vi disperate per amore, io l’ho pensato per rendervi ciò che in realtà già siete.

Riconoscetemi in ogni luogo in cui vi è sofferenza, in ogni luogo in cui si rema contro le correnti della materia e si resiste al mondo. Riconoscetemi in ogni abbraccio fraterno che vi date quando, operando insieme per la vita, sentite l’amore pervadervi e la gioia dell’esistere manifestarsi nella rivoluzione che state compiendo. Riconoscetemi negli ultimi, nei poveri, nelle vittime delle ingiustizie. Riconoscetemi in chi non possiede nulla ma ha abbracciato la vita. Riconoscetemi in ogni combattente per la giusta causa. Riconoscetemi in ogni palpito del vostro reciproco amore.

Alla fine di tutto capirete che ciò che conta sono solo io, l’amore più grande di tutti gli amori nel rispetto delle leggi divine e nella piena realizzazione della Verità che vi ho donato e che si manifesta nella vostra vita.

Tutto è funzionale alla comprensione della vostra eternità!

Nessun affanno, nessun dolore ma solo il manifestare nella vostra vita la creazione che sono per comprendere che voi siete.

Andate avanti in questa rivoluzione nel mondo che incendierà sempre di più i cuori e che vi condurrà allo scontro con chi, per troppo tempo, l’umanità ha deciso di servire e di emulare. Lo scontro che rappresenterà anche la sublimazione di voi stessi dalla realtà oscura che vi ha allettato e che ora combattete con stremo a costo della vostra stessa vita.

Siete stelle, siete amore, siete speranza, siete essere, siete verità e conoscenza

Siamo unione, fratellanza, giustizia, pace, esistere, eternità, siamo il tutto nel tutto

Perdiamoci insieme nella danza cosmica che per voi ho composto fatta di sublimi note e composta dall’infinito che vi circonda. Matematica perfetta pensata appositamente per farvi prendere coscienza che io sono e che voi siete in me in ogni punto dell’infinito che è centro stesso dell’infinito’

Con amore e gioia mi perdo e mi emoziono immaginandomi questo dialogo con il divino Poimandres, tenendo in me per alcuni istanti una gioia che non si può carpire con l’umano ardore se non a tratti imprimendo nell’anima un’atavica nostalgia di dimore lontane che vivono, sentono e ascoltano la comune gioia del servizio all’Eterno. Una gioia che mi consente di accettare l’immane sacrificio di Dio nel mondo, un sacrificio che si compie anche e soprattutto attraverso il sacro segno del divino e dell’umano che in te Giorgio si fondono.

Grazie al Padre, al Figlio e al Santo Onnicreante, pastore delle nostre vite che attraverso di te ci ha ricondotto al gregge dell’esistere. Piccoli, umili, pieni di umanità, paure e limiti, ma determinati nel voler ascoltare e comprendere l’eternità che tuo tramite si scaglia in noi ed apre scenari di rara bellezza tra le melodie della vita in cui tu ci fai danzare.

Quanto è bello e forte questo esistere! E tu ce lo insegni ogni giorno con il tuo sorriso andando oltre ogni dolore e sofferenza che porti al nostro posto.

IO SONO SCESO SULLA TERRA PER RISVEGLIARE IN VOI LA VOSTRA VERA IDENTITÀ CHE È ETERNA, così ci hai detto nel giorno del tuo compleanno.

Questo abbiamo udito:

“Io sono morto perché la morte non esiste.

Io sono vivo perché la vita è respiro.

Io sono Spirito perché lo Spirito è l’Intelligenza.

Io sono anima perché l’anima è emozione.

Io sono lacrima perché la lacrima è l’odore e il sapore dell’amore.

Io esisto! Esisto perché l’Amore più grande di tutti gli amori ha voluto che sia cosi.

E quest’Amore più grande di tutti gli amori in forma clamorosa e inaspettata ci ha colti di sorpresa a noi che non sapevamo di esistere, a noi che non sapevamo di essere anima, a noi che non sapevamo di essere spirito, di vivere e di morire.

Gesù di Nazareth ha detto ‘Guardate e toccate, voi esistete!’. Ecco, io l’ho conosciuto, credo molti di voi anche, ma non se lo ricordano. Quindi la ragione della mia vita è cercare di presentarvelo, di farvelo conoscere ma posso farvelo conoscere solamente se lo emulo, lo imito, lo recito nel palcoscenico della vita, tutti i giorni.

E allora, io desidero farvi conoscere questo bellissimo uomo che sta scendendo nelle nostre città del mondo, accompagnato da una bianca astronave.

Lui sta scendendo dalla montagna per venire nelle nostre città cosi materialiste ed egoiste. Lo vedrete con i capelli lunghi, i jeans strappati, una semplice maglietta, una cordicella tra i capelli, scalzo con ai piedi le stimmate, senza scarpe perché lui è umile.

Lui che è Dio è nostro fratello!

E allora noi vogliamo imitarlo, noi vogliamo dare la voce agli ultimi, noi vogliamo difendere i diritti di coloro che vengono calpestati, noi vogliamo essere servi dei giusti, noi vogliamo protestare, scendere nelle piazze, noi vogliamo fare la rivoluzione pacifica, non violenta. Noi saremo lì, nelle strade del mondo.

Noi vogliamo imitare Cristo per cercare gli ultimi nella miseria. Noi lo vogliamo imitare andando a cercare quelli che non hanno respiro, vivendo a loro fianco perché sono loro i veri seguaci di Cristo. Sono loro i nostri fratelli!

Noi dobbiamo essere vicini agli ultimi, noi dobbiamo servire i giusti, noi dobbiamo essere contro il sistema, noi siamo il popolo che avanza vincitore!

L’ultima parte della mia vita la voglio dedicare a questo insieme ai miei giovani.

Mi vedrete gridare nelle strade finché ne avrò la possibilità. Mi vedrete gridare in mezzo alla strada con gli ultimi, con gli straccioni perché noi insieme a loro vinceremo l’impero del male e allora questo giovane che sta scendendo lo fa perché li troverà noi. Ci troverà sulla strada e li si unirà a noi, lui che è il Figlio di Dio.

Cosi tornerà il Signore, prima della gloriosa manifestazione o forse Egli è già tornato”

Morire d’amore e rinascere nell’infinito per far comprendere ancora una volta a noi fratelli il valore della parola amore, il senso della parola giustizia, la gioia dell’esistere, il profumo delle stelle, i colori delle galassie, l’infinito nel finito, la fratellanza e l’unione in armonia con il cosmo e le stelle.

Vivere per manifestare la forza del Verbo e farla divenire parola e vita, azione ed emozione, sprone e ammonimento per consentirci di realizzare che Lui è in noi e noi in Lui.

Venire tra noi per renderci coscienti della cella nella quale siamo detenuti che è il nostro corpo e l’illusorietà dell’immanenza. Indicare la nostra vera dimora e patria che è l’infinito perché noi siamo infinito! Noi, figli delle stelle, generati dalla grande mente dello Spirito Onnicreante che ci vivifica con il Suo alito d’amore. Se prendessimo coscienza di tutto questo non avremmo più guai o problemi! Ogni realtà avversa sparirebbe all’istante.

La coscienza di tutto questo ci consentirà un giorno di viaggiare nel paradiso dei cosmi, tra i colori delle galassie delle idee perché questo è il regno promesso di cui ha parlato il nostro Maestro. Il vero mondo da cui noi proveniamo e a cui ritorneremo, stringendoci nel cosmico abbraccio del giaciglio solare che ci ha accolti e chiamati.

La nostra patria è il cosmo. La nostra essenza l’eternità. Cosi ci insegna la voce di colui che non può tacere il Vero.

La nostra triplice natura in Te ha gioito, Signore. I nostri corpi si sono amati ed hanno incamerato l’emozioni della nostra anima e il dinamismo generato vivendo nell’unione e nell’amore. La gioia dello spirito ci ha pervaso ricordandoci ancora una volta l’Alto Ideale che stiamo servendo, consentendoci di armonizzarci con il ritmo del Sole che si riflette in noi quando agiamo nell’umiltà e nel servizio alla Fiamma Una che consacra la nostra unione e rende vive tutte le cose. Cosi ci riconosciamo nell’unico Spirito che ci libera dalle illusioni, divenendo tutt’uno con ciò che realmente siamo.

Cosi Ti vediamo compiere i Tuoi divini passi nel mondo attraverso la voce e la vita di un uomo che sta dando tutto se stesso per risvegliare la Tua presenza in noi, per consentirci di scrutare nel finito l’infinito che Tu determini, per permetterci di fare la Tua conoscenza attraverso il servizio nell’esistere e la rivoluzione da portare nel mondo.

Noi siamo testimoni di questo, Signore.

Tu ci stai dando accesso alle segrete stanze dell’iniziazione.

Tu ci ricordi ogni momento che esisti e che la nostra vita è niente senza di Te e Tu sei in noi ogni volta che manifestiamo i valori che ci hai risvegliato attraverso la vita del tuo servo più fedele che porta i Segni della tua Resurrezione nel mondo e che è Rinato con la forza del Tuo eterno amore.

“Cercherò di trascinarmi come uno storpio verso la volontà di Dio e di suo Figlio il Cristo che è la cosa più bella che possa esistere nell’universo. Non cercate maestri più grandi del Cristo, non cercate distrazioni che appaghino la vostra mente o anche il cuore se non c’è Lui. Il Cristo è il Figlio di Dio, Lui è il Messia ma è anche un filosofo ateo e laico. Il Cristo è Chico Mendes, il Cristo è Che Guevara, il Cristo è Giordano Bruno, il Cristo è San Francesco. Il Cristo è Giovanni Falcone, è Paolo Borsellino, il Cristo è il mio amico di Trieste che è stato sfortunato e che mi chiede sempre aiuto. Nei suoi occhi vedo Cristo che soffre perché vuole essere l’ultimo anche se Lui è il primo. Non allontanatevi mai dalla strada di Cristo perché vi perderete e morirete nello spirito”

“Sono venuto in questo mondo per servire non per essere servito.

Non siete voi che avete chiamato me ma sono io che sono venuto a cercare voi, uno ad uno, per portarvi sotto la croce e toccare i piedi di quel grande giovane eterno, il Signore nostro. Ogni nostro sacrificio non sarà invano. Noi dobbiamo essere uno, noi dobbiamo servire, non dobbiamo essere serviti. Chi è il più grande deve essere il primo a servire il fratello, ad ascoltarlo, ad essere presente, ad agire anche con autorità ma deve essere un servitore.

Chi comanda veramente serve il popolo non si fa servire dal popolo”

“Andate in pace. Dovete essere sereni, dovete essere felici e servire il fratello.

Servire la Verità è come innamorarsi. Quando uno si innamora per una donna farebbe qualsiasi cosa per lei. Al momento dell’incontro e dell’innamoramento, l’innamorato vive solo per lei e per lei farebbe qualsiasi cosa. Non gli importa niente della vita. Lui vive solo in funzione di quell’amore e non vede l’ora di rivedere la sua amata, di stringerla e stare insieme a lei. Noi dobbiamo vivere cosi la nostra Opera altrimenti dovremo rinunciare perché non si può servire in altro modo una donna esigente che vuole essere tutta per sé e che si concede solo qualche volta per consolarti e devi essere tu che devi sempre dare. Ma il premio finale per averla amata fedelmente e servita con devozione è che al termine di tutto questo lei mi sposerà, mi amerà sempre di più e mi darà dei figli ed io sarò l’uomo più felice del mondo. Quindi innamoratevi di quest’Opera come fosse la donna o l’uomo più bello e più importante della vostra vita!”

Grazie in eterno, con tutto l’amore di cui siamo capaci quando siamo uniti nel nome di Colui che non ci ha lasciati orfani ed è già in mezzo a noi

Francesca Panfili
11 Settembre 2020

Messaggi allegati:

– 13-08-20 La valle delle aquile
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2020/8602-agli-esseri-di-luce.html

– 17-07-20 Lo spazio, il tempo e la cosmica coscienza
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2020/8573-lo-spazio-il-tempo-e-la-cosmica-coscienza.html

– 28-06-20 Il vero valore del messaggio degli Esseri di Luce
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2020/8559-il-vero-valore-del-messaggio-degli-esseri-solari.html

– 30-04-20 Gli specchi meravigliosi degli Esseri di Luce
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2020/8474-gli-specchi-meravigliosi-degli-esseri-di-luce.html

– 17-04-20 A colloquio con gli Esseri del Cosmo
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2020/8448-a-colloquio-con-gli-esseri-del-cosmo.html

– 25-03-20 30 anni: Atti di un cronista al servizio degli Esseri cosmici
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2020/8403-30-anni-atti-di-un-cronista-al-servizio-degli-esseri-cosmici.html

– 20-08-18 Insisto fino alla fine dei miei giorni
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2019/7931-insisto-fino-alla-fine-dei-miei-giorni-2.html

– 21-02-20 L’eterno Verbo e la parola visibile
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2020/8367-l-eterno-susurra-all-uomo.html

– 18-09-19 Le gioie e i doni della legge di Dio
https://www.giorgiobongiovanni.it/cronache/cronache-dalle-arche/8175-le-gioie-e-i-doni-della-legge-di-dio.html

– 2-07-19 La Verità, l’eterna Verità
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2019/8086-la-verita-l-eterna-verita.html

18-02-19 GNA: 7.465.006
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2019/7921-gna-7-465-006-1.html

– 27-06-18 Siate ad immagine e somiglianza del Sole
https://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2018/7675-siate-ad-immagine-e-somiglianza-del-sole.html

– 27-02-18 L’amore che muove il Sole e le altre stelle
https://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2018/7520-l-amor-che-muove-il-mondo-e-le-altre-stelle.html

– 3-01-18 Anno Domini 2018: Nessun luogo è lontano
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2018/7467-anno-domini-2018-nessun-luogo-e-lontano.html

– 8-09-17 Lady Oscar
https://www.thebongiovannifamily.it/messaggi-celesti/2017/7255-lady-oscar.html

– Agosto 2017 Io sono
https://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2017/7264-io-sono.html

– 25-11-17 Di mano in mano
https://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2017/7431-di-mano-in-mano.html

– 24-10-17 La divina anima collettiva
https://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2017/7405-la-divina-anima-collettiva.html

– 20-09-17 Testimoni della verità
https://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2017/7330-testimoni-della-verita.html

– 22-08-17 Ma siamo solo servi dei servi di Dio
https://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2017/7251-ma-siamo-solo-servi-dei-servi-di-dio.html

– 14-01-17 Cristo è lo Spirito Santo
https://www.giorgiobongiovanni.it/arche-2017/7082-cristo-e-lo-spirito-santo.html

Link all’originale: https://www.thebongiovannifamily.it/cronache/cronache-dalle-arche/cronache-dalle-arche-2020/8684-innamorarsi-della-donna-amata-l-opera.html

Condividi questa pagina